lunedì 31 marzo 2014

L'esperienza di “ORA”



Qualcuno si è forse sorpreso del post precedente "La Fine del Tempo". Una argomento che per quanto intrigante non sembrava così correlato alle vicende One People - Eternal Essence......... 
Eppure quante volte Heather ha indicato questo punto, il luogo dell' ADESSO? Per vivere nell'ORA, nell'ADESSO, dobbiamo incominciare a considerare la dimensione tempo per quello che è. Si la “dimensione” appunto non il concetto di tempo. Ecco che questo tempo infingardo nascondendosi tra le pieghe di mille concetti come un fantasmino ci ha dato la sensazione di una causa ed un effetto di un prima e un dopo.
Ha scritto spesso Heather, “tutto è fatto, completo”.. hahhah non era un modo di dire! Questa è la natura della creazione, il sogno della coscienza, meraviglisamente creato in tutte le infinite possibilità di scelta pensabili dalla Essenza ADESSO; eccoci qui, Eterne Essenze che viaggiano da una stanza all'altra della creazione, dove ritroviano il nostro ego, burattino immobile, un fotogramma intento a FARE qualcosa... poi in un'altra stanza contigua un burattino identico FARE il movimento successivo mantre noi ci spostiamo lungo questo filo di perline, noi, pura essenza fatta di presenza ed attenzione. Dove è finito il tempo? Non cè più eppur lo esperiamo. Non c'è mai stato, era piuttosto l'illusionde del tempo, del movimento, tanti fotogrammi di una pellicola che scorrendo veloce dava una sensazione di continuità. Allora questo tempo c'è o non c'è? Ma poi rispetto a chi? Forse faremmo meglio a chiederci, ma c'è davvero qualcuno o qualcosa che vive nel tempo e questo qualcuno o qualcosa siamo o non siamo noi? Questa furba mente di superficie, troppo spaventata per rinunciare ad una sequenza temporale che dia un senso di continuità alle cose, non ha mai smesso di immaginare questo tempo, di identificarsi con questi 60 fotogrammi al secondo, tante stanze, tanti burattini immobili nella  infinita creazione, ogni stanza quasi uguale alla precendente, con lo stesso burattino, il nostro vestito “personale”. Così la mente mondana si è vestita sempre dello stesso abito per “paura” che l'Essenza si accorgesse del trucco del tempo, della sua identificazione  e dell'oblio che ne è conseguito (seppur la mente mondana essendo essa stessa fatta della Essenza della mente solo recitava una parte).
Bene, vuoi creare meravigliosa Essenza? Lo hai già fatto, lo stai già facendo nel tempo non tempo del pensiero. Quante volte Heather ha parlato di magia scrivendo di leggi? Davanti a noi solo l'infinito come desideriamo esperirlo, nel silenzio immobile, l'Essenza della mente presente e attenta, una schiera di viaggiatori nel mare dell'infinito stanno lentamente osservando il non tempo scorrere via insieme al porto sicuro della identificata incoscienza di “ieri”, più nessun riferimento “fuori”. Con noi solo un velo di malinconia per chi lascia il sogno di essere stato qualcosa o qualcuno. Una intensità così travolgente da straziare i brandelli dell' ego-vestito. Poi la Nuda Essenza memore della sua visione, la coscienza mai sopita di fronte alla inconcepibile vastità della sua mente non mente, di fronte al pensiero della sua creazione infinita.
Ora, leggendo “the will and the word of I AM” possiamo ancora raccontarci di non aver capito? L'Amore, ha smesso di essere la romantica e pietosa descrizione del burattino e si è manifestato nella compassione dell'IO SONO, quella Eterna Essenza che parlandoci di leggi, di governi, di banche e politica, con un magistrale teatrino ha portato il burattino davanti allo specchio del Sè, liberando chi cerca la verità. Così per tornare nel burattino per un poco, come ci comportiamo ora? Le NDC, o i Rigetti pubblicati freschi da Heather? Beh, forse se siamo pronti a rigettare la nostra idea di un uomo in carne e sangue, a rigettare il porto sicuro della identificazione in un essere con una età, una storia personale, il rigetto è già FATTO. Siamo già salpati. Se non siamo ancor pronti allora proviamo a rigettare nel “fuori” i nostri presunti debiti e contenziosi. Questo sarà il principio del nostro rigetto interiore. Altrimenti notifichiamo a tutti gli altri “noi” l'IO SONO, fino a quando in mezzo a questa moltitudine riconosceremo il nostro burattino mille e mille volte replicato.

2 commenti:

  1. Anche il tempo e' stato riconciliato eehehh

    Namaskar grande Essenza.

    RispondiElimina
  2. IO SONO senza disonore e senza pregiudizio ... grazie
    Namaskar

    RispondiElimina

Ti ringraziamo per aver espresso la tua opinione. Il tuo commento sarà valutato per la pubblicazione. Namaskar